Blog

read this

Scritto il 14 Feb, 2019

Uno strano vento

Succede così ogni volta che mi innamoro, o meglio, succede così ogni volta che sono certo mi possa innamorare e in pratica non sbaglio mai. Di solito succede ogni tre anni, più o meno, perché potersi innamorare di qualcuno richiede tempo e fortuna. Tempo perché per essere innamorati di qualcuno non si deve essere innamorati di nessun altro e chi dice il contrario non è figlio di Maria. Fortuna perché devi essere fortunato a trovarti nel posto giusto al momento giusto e Dio solo sa quante cose sbagliate esistono nell’Universo. Una volta che i pianeti sono allineati, quindi, le cose succedono sempre allo stesso modo e non devo mica stare lì a preoccuparmi di...

Leggi

Un bordo dopo l’altro

Scritto il 7 Feb, 2019

Un bordo dopo l’altro

Non è tanto il tornare al freddo che mi preoccupa, al lavoro, alla routine, alla città, che a modo suo mi rassicura e mi coccola, ma sono i pensieri che ho lasciato in sospeso, i desideri, le mancanze, i pieni e i vuoti, riprenderli, riconsiderarli, districarli; è questo che mi fa venir voglia di restare qui. I ragazzi del lago dicono che lassù, tra i monti, in Italia, il vento sia più denso, che abbia un corpo diverso, a parità di misura vale di più in forza. Qui a Soma Bay è tutto più lieve, dicono, il vento è più leggero, meno consistente e anche il paesaggio che scorgiamo dall’auto è così, fine come la sabbia che si sposta in continuazione sotto...

Leggi

Pensiero fine

Scritto il 29 Gen, 2019

Pensiero fine

Pensavo di pensarti poi mi son dimenticato di pensarti e il pensiero mi è scappato di corsa in discesa e io di corsa in discesa libera a rincorrere il pensiero e mentre scendevo libero dal pensiero di pensarti ho pensato di peggiorare le cose e ho poggiato il pensiero in un posto ma non c’era posto e siccome al peggio non v’è mai fine alla fine il pensiero di pensarti ha avuto fine. Share on Facebook

Leggi

Di nuovo onda

Scritto il 22 Gen, 2019

Di nuovo onda

Avevamo iniziato bene, almeno sulla carta, nel senso che mi davi da scrivere, da pensare, da immaginare e tutto questo erano poi lettere, inchiostro, pensieri e poi si faceva sul serio, se io lo scrivevo poi bisognava farlo, e si faceva, in un modo o nell’altro, e le parole prendevano corpo, letteralmente, da profezia a materia, a luogo, a momimento, parole come fossero un’onda che parte da lontano, chissà da quale combinazione di vento, pressione e temperatura, idea che principia lenta, quieta e silenziosa in mezzo all’Oceano e prende forza e si riempie e si rimpolpa d’acqua man mano che si avvicina alla terra, si frange, schiuma, roboa e poi...

Leggi

La casuale o forse no presenza di Benicio Del Toro nella mia vita

Scritto il 9 Gen, 2019

La casuale o forse no presenza di Benicio Del Toro nella mia vita

Sono giorni ruvidi, giorni indecisi, dispari come il mese di Gennaio, in bilico tra il nuovo che stenta a cominciare e il vecchio che non va via, arruffati come la coperta che tengo sul letto, ché non si sa mai se è caldo o freddo durante la notte. Sono raffreddato, la colpa è di una serata da bar e dal tempo mite, di un giro in moto col vento addosso e troppo pochi vestiti. Non dormo bene e mangio dal cinese di Viale Abruzzi. La sera, dopo il lavoro, vedo film già visti. Per carità, film belli di alcuni anni fa: Savages di Oliver Stone e Snatch di Guy Ritchie. In tutti e due, ci penso ora, c’è Benecio Del Toro, un gran figo da giovane ora un po’...

Leggi

La prossima volta

Scritto il 5 Gen, 2019

La prossima volta

Vorrei saper scrivere di corse di cavalli e sbronze colossali come Bukowski, oppure di mio padre, del fallimento della vita come Fante, di prigione, del male incarnato e del dolore come Bunker, di calcio e rivoluzione come Soriano o della gente perbene, come faceva Carver ma non ne sono minimamente capace. La mia scrittura affonda e si solleva solo in quel che scuote il corpo.  Il mio corpo.  I personaggi son sempre gli stessi. Io. Un tedioso uomo che invecchia, cedevole alle passioni, tendente al melodramma, al gesto teatrale, che si lascia consumare dal tempo e dal paesaggio, da amori diversi eppure sempre uguali, sentimenti come malattie, ricorrenze di cura e...

Leggi