Non è con le chiacchiere che uscirai da questa merda

Jules Winnfield - Pulp Fiction

Amore operaio

Ci sta questa ragazza, che da poco l’hanno trasferita sulla mia linea di montaggio, che è una linea di montaggio molto lunga, la più lunga di tutto lo stabilimento. Tra me e lei ci sono dodici macchine una dietro l’altra. Io sono alla prima macchina, mentre lei è alla tredicesima macchina, quindi un bel po’ di macchine in là che, se metti insieme tutte queste macchine, fanno una considerevole distanza. Io la chiamo la ragazza della tredicesima macchina, visto che non so il suo nome. Fatto sta che questa ragazza mi piace molto. Cioè, ora mi piace molto. Prima non ero sicuro. C’è da dire che l’avevo notata tempo fa, perché lavorava in un altro...

Leggi tuttoVai al Blog

Me

Braccia rubate alla terra del sud, fine intelletto sottratto alla mala, vive stoicamente in quel di Perugia Milano dove fa cose di computer e  calcetto di correre. Ha appena cambiato radicalmente la sua vita comprando un microonde in saldo. Cintura nera di carbonara, ama le caviglie fini, odia i nani (in doppiopetto) e le ballerine (ai piedi). Puoi incontrarlo nei peggiori bar di Caracas ma non il mercoledì di Coppa.

[3]

Un video di Francesca Lolli a cui ho prestato delle parole

[dallo stesso autore di]

Bruttochef.it